Poeti Del Parco

Poesia dalle Periferie del Mondo

Per Felice Di Nubila

  in memoria   tutto sgomenta nel giorno del distacco da voci care una diceva “poesia salva la vita” e non capivi   il fondo doppio della frase amuleto e del sorriso   di nuovo sfugge balenata d’incanto significanza   (Anna Maria Curci)   Dallo sgomento alla ri-conoscenza: è questo l’itinerario che, nei giorni del […]

Leggi di più…

Seràie di Ivan Crico

Rivivono persone tratte dalla microstoria tutta recente in Seràie di Ivan Crico. Rivivono, e dunque vivono, nel suo sermo rusticus arcaico-veneto di Monfalcone vittime, in situazioni diverse, con il loro dolore e, prima ancora, la perdita della luce esistenziale, l’esilio dalla vita. Di vari luoghi e in vari spazi queste creature: dalla Siria o dentro […]

Leggi di più…

Achille Serrao: pescare nel mare della poesia

Quando Achille Serrao, ormai consapevole di essere vicino a concludere la sua esperienza terrena, seleziona i testi per l’antologia complessiva Percorsi, curata dallo scrivente per Puntoacapo editore, parte da Coordinata polare del 1968, escludendo quindi i testi di Una pesca animosa. Del resto, Coordinata polare è considerato il suo esordio ufficiale, anche dal punto di […]

Leggi di più…

La vòs de’ vent di Marino Monti

La lingua romagnola ha antiche origini neolatine, ma fu decisivo il periodo bizantino: la lingua, infatti,  acquisì i suoi caratteri distintivi fra il VI e l’VIII secolo, quando ciò che restava dell’Esarcato d’Italia si trovò isolato politicamente e culturalmente dal resto della Val Padana. Esso assunse la sua specificità rispetto ai volgari delle zone confinanti, […]

Leggi di più…

Se ti la vardi contro luse di Fabia Ghenzovich 

Venezia non è solo il nome di una città: è un’eco mai sopita di suggestioni, l’immagine di una realtà duplicata nei suoi riflessi, lo snodarsi di un presente proiettato su antichi fondali. Luce e movimento sono gli elementi che la caratterizzano anche nella poesia di Fabia Ghenzovich, che a Venezia vive, percorre vie e calli, […]

Leggi di più…

Aqquantu (All’improvviso) di Aurora Fratini

All’improvviso, ci colpisce un ricordo, un’immagine, un qualche moto dell’anima, che preme e vuole emergere; spesso viene alla luce con facilità, più spesso ancora va fatto uscire piano piano, per conservarne la densità e il colore. La costruzione d’una poesia, a partire dalla “necessità” che è all’origine, dovrebbe dosare il linguaggio e la forma, così […]

Leggi di più…

“Zizziripenne” di Alessandro Moreschini

Sabato 15 dicembre 2018 alle ore 17 presso il Salone Baronale del Castello Orsini a Castel Madama sarà presentata l’opera di Alessandro Moreschini Zizziripenne (Lucciole). Interverranno: l’Assessore alla Cultura di Castel Madama Matteo Iori, la prof.ssa Michela Chicca, gli  Alunni delle scuole elementari. Presenta Sara Chicca. Il Maestro Giancarlo Iori eseguirà  musiche ispirate alle poesie […]

Leggi di più…

eu-nuca

  NOVEMBRE 2018 – eu-nuca, di Patrizia Sardisco, Collana “Aperilibri”, N. 14, Roma, Edizioni Cofine, 2018, pp. 32 autocopertinate, euro 5,00. *** Questo quattordicesimo “Aperilibro”, si articola come un vero e proprio poemetto in 31 quadri sulla Grande Vecchia, l’Europa, che ben poco ha in comune con la bellissima fanciulla del mito dal quale il […]

Leggi di più…

Aqquantu (all’improvviso)

NOVEMBRE 2018 –  Aqquantu (all’improvviso), di Aurora Fratini, Collana Aperilibri, n. 13, Roma, Edizioni Cofine, pp. 32 autocopertinate, euro 5,00. *** Questo tredicesimo “Aperilibro”, raccoglie alcune poesie scritte da Aurora Fratini nel dialetto di Sambuci (RM). Un dialetto che, scrive l’autrice, “è stato in grado, con i dovuti accorgimenti, di rivelare, all’improvviso (aqquantu), il suo […]

Leggi di più…

Letizia Leone, poesie da “Viola norimberga”

Le ballate di Schiller divennero le mie poesie dell’appello […] Quando il tempo è dolore non si può far nulla di meglio che farlo passare, e ogni poesia diventa una formula magica. […] Le ballate di Schiller divennero le mie poesie dell’appello; grazie a loro riuscivo a stare in piedi per ore senza svenire, perché […]

Leggi di più…

Nicola Grato,  “Inventario per il macellaio”

Il “macellaio” per il quale Nicola Grato (Inventario per il macellaio, Interno poesia Ed., Latiano, BR, 2018) fa l’inventario, è il Tempo che tritura ogni cosa, la Morte che rende orfane le persone, la Superficialità, che non dà valore a nulla, anche foto, biscotti zuppi di latte, spighe e fichi secchi. All’uomo, al poeta, resta […]

Leggi di più…

Bandita la nona edizione 2019 del premio di poesia e stornelli inediti nei dialetti del Lazio “Vincenzo Scarpellino”

Roma, 26 novembre 2018 – L’Associazione L’INCONTRO Associazione Culturale di Tor Tre Teste (via Roberto Lepetit, 86, 00155 Roma) in collaborazione con l’Associazione Periferie ha reso pubblico il Bando della nona edizione 2019 del premio di poesia e stornelli inediti nei dialetti del Lazio “Vincenzo Scarpellino”. Il termine ultimo di scadenza per l’invio dei testi […]

Leggi di più…

Novembre di Gian Piero Stefanoni

20 novembre 2018 – Pubblichiamo qui di seguito una poesia inedita di Gian Piero Stefanoni   NOVEMBRE   Il demone si nutre di intelligenze. Nega dentro queste voci l’umanità servente. Non è questione di morte ma di giogo là dove con noi il mistero soffre il pericolo. Io mi fermo dinanzi a queste porte. Accetto […]

Leggi di più…

Poeti nei dialetti dell’Umbria fra Novecento e Duemila di Francesco Piga

Venticinque autori dei quali viene presentata la poetica e una significativa scelta di poesie, dal più ‘antico’ Furio Miselli, nato esattamente centocinquanta anni fa, nel 1868, al giovane Luigi Maria Reale, nato nel 1972; una dotta e coinvolgente introduzione, quella di Francesco Piga, che disegna un itinerario di lettura composito e non avulso dalla letteratura […]

Leggi di più…

‘Diario de mi e de la me luna’ di Renzo Favaron

La lettura del Diario de mi e de la me luna di Renzo Favaron (LietoColle 2018) è giunta a me con l’invito a ripercorrere la sua opera poetica in dialetto e, in particolare, le precedenti raccolte Un de tri tri de un (ATI editore 2011) e Balada incivie, Tartufi e Arlechini (L’Arcolaio 2015). È un […]

Leggi di più…