Abse di Anna Maria Farabbi

ho infilato ogni filo creaturale nella mia cruna interiore nascendo questo poema A. M. Farabbi   Dopo aver letto Abse non ho resistito all’impulso di visitare Montelovesco, anche solo per calpestare l’erba dei prati, assaporare i colori, cogliere le atmosfere, con l’idea che avrei potuto respirare più a fondo la poesia di Anna Maria Farabbi. […]

Leggi di più… from Abse di Anna Maria Farabbi

E dirti ancora di Maria Lanciotti

 E dirti ancora (Ibiskos Editrice Risolo, pp. 100, 10€ ISBN: 978-88-546-0926-6) di Maria Lanciotti è la sua ultima silloge, in italiano, apparsa nel novembre del 2012, cui ha fatto seguito, pubblicata a marzo del 2013 da Edizioni Cofine, Giracéo (Capogiro), la sua prima in dialetto di Subiaco. “I tanti volti della poesia” è il titolo […]

Leggi di più… from E dirti ancora di Maria Lanciotti

Tra i ricordi del borgo antico

Fare un ritratto in color seppia dopo anni di esperienze colorate e sempre più adulte, scostare la cenere fredda degli anni dall’antico focolare e vedervi ancora una brace ardente di ricordi, riconoscervi un bambino che scorrazza felice e curioso negli spazi ancora sopravviventi di una civiltà in declino. Sarà capitato a molti, scartabellando fotografie e […]

Leggi di più… from Tra i ricordi del borgo antico

I ‘canti per il tragitto’ di Stefania Crozzoletti

I  “canti per il tragitto” – così leggo la poesia di Stefania Crozzoletti nella quale i termini “viaggio”, “cammino”, “passeggiata” ricorrono con limpida frequenza – hanno il sapore sicuro del cibo austero custodito nel tascapane e consumato durante le sosta. Sapore austero,  non bacchettone: al gusto piccante della boutade, alla sferzata aspra del monito, allo […]

Leggi di più… from I ‘canti per il tragitto’ di Stefania Crozzoletti

Yzu – Francesco Albano

L’ho conosciuto appena nato, Yzu. Era l’estate del 1971 e la sua mamma, figlioccia della mia, aveva appena dato alla luce Francesco, che poi avrebbe scelto Yzu come nome d’arte. Noi bambini di città, in vacanza nel paese materno, lo guardavamo incantati. Quaranta anni dopo, sempre d’estate, ci ha raggiunto un’altra notizia, quella della sua […]

Leggi di più… from Yzu – Francesco Albano

Cristina Bove, ‘Mi hanno detto di Ofelia ‘

Divagazioni, divertissement, diletto? Le definizioni colgono solo una parte dell’essenza, restringono il campo e, delimitandolo, lo tradiscono, restituendone, appunto, una versione tranquillizzante perché divulgabile. È bene, allora, diffidare di etichette sbrigative, sottrarsi alla tentazione di catalogare. Consiglio, questo, particolarmente calzante per Mi hanno detto di Ofelia di Cristina Bove. Silloge proteiforme, nel senso più ampio e nobile […]

Leggi di più… from Cristina Bove, ‘Mi hanno detto di Ofelia ‘

Cenni dal caos, di Vincenzo Anania

Linearità testuale e vitalismo intellettuale, moduli poetici in costante equilibrio tra commossa partecipazione e pudore, conoscenza intuitiva e conoscenza razionale: dalle precedenti, sino a questa raccolta, Cenni dal caos (Passigli, 2011), Vincenzo Ananìa dispone su pagine intense versi dal timbro asciutto capaci di affabulare, avvincere e suscitare riflessioni sul tempo, la natura, l’amore, la transitorietà […]

Leggi di più… from Cenni dal caos, di Vincenzo Anania

La mappa del Mistral

Il senso di questo volume, Poeti del Friuli, (edizione Cofine, 2012) saggio di critica e di storia oltre che antologia della poesia friulana contemporanea, lo troviamo nel sottotitolo, tra Casarsa e Chiusaforte, e nella scelta dei due autori dei versi messi in esergo al libro, che proprio da questi due luoghi sono partiti per la loro […]

Leggi di più… from La mappa del Mistral

Punto, parola, ‘inventio’

[la statica meraviglia di un punto che aspira alla perfezione è i’infinita aporia tra percezione e reale da sussurrare piano prima che ci si accorga che l’imitazione è un altro storia da inventare]   Natàlia Castaldi, Dialoghi con nessuno, p. 19   La  «ricerca di un nesso» al tempo della sottrazione infinita  si fa a […]

Leggi di più… from Punto, parola, ‘inventio’