Tutti i video del Premio Ischitella-Pietro Giannone 2019

Ecco qui di seguito i video con immagini e suggestioni della due giorni della XVI edizione del Premio Ischitella Pietro Giannone del 6 e 7 settembre 2019. I video sono disposti in ordine cronologico inverso dalla conclusione all’esordio dell’evento. Un grazie grande grande a Pierino Comparelli. Grazie alle sue riprese il Premio Ischitella-PietroGiannone è da […]

Leggi di più…

Suite Etnapolis di Antonio Lanza. La città commerciale e i suoi riti

  Ricòrdati di santificare la merce, sembra suggerire il poemetto in versi e in prosa Suite Etnapolis (Interlinea, 2019) di Antonio Lanza. Luogo di ritualizzazione è il centro commerciale, moderna agorà delle merci e regno del negotium; spazio concluso, ventre di cemento e vetrate in cui le voci umane sono brusìo di  sciame in transito, […]

Leggi di più…

Anna Maria Curci Nei giorni per versi

  Inquieto, non consolatorio, allusivo l’ultimo libro di poesia di Anna Maria Curci, già dal titolo quasi in antilogia: Nei giorni per versi, un luogo-tempo (Nei giorni) attraversato da versi, o un luogo-tempo perverso per un distanziamento (per versi) grafico inavvertito. Si sgrana ed è fissato in CLXXIII quartine di endecasillabi sciolti: constatazioni, riflessioni, emozioni […]

Leggi di più…

Quetzal di Luigi Bressan

  Ci accoglie con un dialogare pacato questa poesia, che si rivolge ad una presenza amica, un tu che a volte è una parte di sé, ma più spesso è una persona sentita vicina, e non importa se ormai è altrove. «Per la nostra amicizia hai creato le parole pronte / le frasi  oggetti dallo […]

Leggi di più…

Strada di Damocle di Lucio Toma

  Sulla Strada di Damocle Ho conosciuto la poesia di Lucio Toma dai testi della raccolta, apparsa nel 2006 per le Edizioni del Giano, A gonfie vene. Poesia che non lascia alcuna concessione all’elemento decorativo, e che pure possiede una sua aspra musicalità. Ne sono prova, per esempio, passaggi di un testo-manifesto, L’arte mia improduttiva, dall’efficace ossimoro […]

Leggi di più…

Rendiconti di viaggi incompiuti di Mario Melis

  L’immagine di copertina, una riproduzione di La firma in bianco di Magritte, introduce in misura efficace ai “viaggi incompiuti”, il cui compte-rendu in molteplici versioni costella questa nuova raccolta di Mario Melis. Delle sue Notizie dall’isola serbo un ricordo chiaro e caro. Il quadro di Magritte anticipa ed evoca, a mio parere, un aspetto […]

Leggi di più…

Polveri nell’ombra di Antonio Spagnuolo

    Antonio Spagnuolo, Polveri nell’ombra, Oèdipus edizioni 2019   Polveri nell’ombra di Antonio Spagnuolo è una raccolta nella quale la trenodia assume – anche con un “nuovo registro”, come recita il titolo di una delle sezioni – la drammaticità del confronto tra il rinnovato dolore dell’assenza e il proseguire, l’infiammarsi perfino, delle riflessioni sul sé che […]

Leggi di più…

Nei giorni per versi di Anna Maria Curci

  Anna Maria Curci, Nei giorni per versi. Prefazione di Patrizia Sardisco, Arcipelago itaca 2019 […] Nei giorni per versi […] è certamente il diario di un quinquennio lungo il quale lo sguardo interrogante dell’autrice isola e ritaglia il dettaglio autobiografico, il frammento da cui si sente appellare; provenga tale richiamo dalla Storia, dall’infanzia, dalla contemporaneità o da […]

Leggi di più…

L’apocrifo nel baule di Michele Brancale

  Sembra un passaggio di consegne con se stesso, con la propria storia e le proprie origini quest’ultima, riuscitissima raccolta di Michele Brancale, autore fiorentino ma lucano di origine che ha fatto dell’intreccio fra eticità e sacralità del quotidiano la chiave di volta dei suoi racconti. Dietro il ritrovamento in un vecchio baule di poesie […]

Leggi di più…

Nel verso nulla ritorna di Felice Casucci

Nota e scelta di poesie di Anna Maria Curci   Felice Casucci, Nel verso nulla ritorna {Trentanove poesie meno una}. Poesie, RPlibri 2019 Nella raccolta Nel verso nulla ritorna di Felice Casucci la condensazione in pochi versi di complessi itinerari di ascolto, così come la concisione applicata programmaticamente, rivelano, in particolare nei testi qui proposti, un vero e […]

Leggi di più…

Incipit di Annalisa Rodeghiero 

  Annalisa Rodeghiero, Incipit. Prefazione di Giacomo Vit, Edizioni Stravagario 2019 Segni di un amore che trascende ogni singola vicenda umana: questi sono gli strumenti che nelle poesie di Incipit di Annalisa Rodeghiero danno vita a corali, suite, pastorali e notturni. L’ouverture con il dialogo a distanza con Rigoni Stern fa vibrare, voce per voce, i temi di […]

Leggi di più…

A quelli che non sanno che esiste il vortice di Antonella Rizzo

Incurante, se non addirittura – così a me pare – beffarda di artificiose distinzioni di generi e specie nelle composizioni poetiche, Antonella Rizzo attraversa, esperisce, esprime, fa ‘detonare’, diverse tra le funzioni del linguaggio, quelle, per intenderci, che Roman Jakobson ha individuato come afferenti all’atto comunicativo, nei testi che costituiscono la sua raccolta più recente, A […]

Leggi di più…

Cambio di stagione e altre mutazioni poetiche di Floriana Coppola

Sembra arduo, se non addirittura impossibile, unire la robustezza dell’espressione alla capacità di distinguere, anche nelle sfumature impercettibili a occhio nudo, agenti, attori, scenari e segni, perfino sentori, moti e motivazioni che vanno via via animando un universo poetico. Cambio di stagione e altre mutazioni poetiche (oèdipus edizioni 2017) di Floriana Coppola riesce in tale impresa […]

Leggi di più…

Da poeta a poeta

  È stata una serata splendida ed emozionante quella del 16 ottobre 2019 con i poeti Gian Piero Stefanoni e Maurizio Rossi e i loro Aperilibri (Edizioni Cofine, Roma) nell’accogliente sala dell’associazione Planet Onlus, a Roma Centocelle. In questa occasione Vincenzo Luciani ha stimolato ciascuno dei due poeti ad illustrare e ad introdurre criticamente l’Aperilibro […]

Leggi di più…

Due poesie inedite di Mario Melis

  Ecco due poesie di Mario Melis tratte dalla raccolta inedita “Versi postumi”. Melis ha recentemente pubblicato con Edizioni Cofine la silloge “Rendiconto di viaggi incompiuti”.   Soliloquio con donna In te non m’incarno ma nella tua immagine. Tu stai in un caseggiato bianco. Abiti il primo piano dove si muore e all’angolo un albero […]

Leggi di più…