Poeti Del Parco

Poesia dalle Periferie del Mondo

L’infinito di amare. Due vite, una notte di Sergio Claudio Perroni

A un anno dalla scomparsa, avvenuta il 25 maggio 2019, è in libreria il libro postumo dello scrittore e traduttore Sergio Claudio Perroni L’infinito di amare. Due vite, una notte, La nave di Teseo, pagine 138, euro 13.00 IL LIBRO Lei e lui si svegliano al mattino l’uno accanto all’altra. Ogni cosa nei loro gesti, nel […]

Leggi di più…

Gli “Avanzi” bilingui di Vincenzo Luciani

  Nella società e nel tempo dell’usa e getta, è bello che ci sia chi pone l’accento sugli “avanzi”, specialmente se le sue radici e la sua formazione – come è per Vincenzo – lo portano ad essere attento a non sprecare quello che potrebbe essere utile ad altri. E poiché dopo un trasloco, c’è […]

Leggi di più…

Arcorass/Rincuorarsi di Maria Lenti

  Leggere Arcorass, “rincuorarsi” in dialetto urbinate, la raccolta di Maria Lenti recentemente pubblicata dalla casa editrice puntoacapo, significa, per chi conosce e apprezza la sua poesia, ritrovarne la voce, il suo sguardo attento e la sua coscienza desta. Significa, altresì, riconoscere tra i versi una serenità che non ignora, anzi con-vive il dolore, non ne fa un tabù, ma, […]

Leggi di più…

Teatro d’ombre di Guglielmo Aprile

  Ben quattordici sezioni mi sembra compongano la raccolta, che già nel titolo mostra un’atmosfera ricca di radici e temi. Non a caso la sezione Idromele introduce e la Moksa, con le sue vie, chiude. L’idromele, bevanda cara agli dei, inebriante, nata dalla fermentazione del miele, conosciuta da diverse culture, già dall’età antica; un elisir […]

Leggi di più…

La vita della memoria in Vanzature/Avanzi, di Vincenzo Luciani

  Mettere in ordine ciò che rimane, ciò che resta di una vita: i superstiti libri, pagine e pagine di versi e appunti per affidare a futura memoria il ricordo di noi. E coniugare il ritmo pacato, l’espressione asciutta e direi disincantata con un lirismo esistenziale che alterna intro ed estroflessione di uno sguardo animato […]

Leggi di più…

Chiamala febbre di Nazim Comunale

  Ho avuto il privilegio di leggere in anteprima – e prima ancora della dichiarazione dello stato di emergenza; precisazione, questa, che intende sgombrare il campo da equivoci circa la genesi di questa raccolta – Chiamala febbre di Nazim Comunale. Man mano che ne scorrevo le pagine, andavo appuntando osservazioni, spunti di riflessione e articolate tessiture di richiami […]

Leggi di più…

Pietro Stragapede: ’Nzià-mè

  Scrive l’Autore nella nota introduttiva:“Per renderci conto di quanto è bello e vivo il nostro ’Nzia-mè’ proviamo a tradurlo in italiano: “non sia mai che”… oppure “non accada mai che…”; l’augurio si perde in un giro di parole che finisce per diluire la carica beneaugurante di chi lo pronuncia e quasi si disperde. ’Nzia-mè’, […]

Leggi di più…

A grandezza naturale (2008-2018) di Raffaela Fazio

  Ho letto A grandezza naturale, il volume, pubblicato da Arcipelago itaca, che raccoglie le poesie scritte da Raffaela Fazio tra il 2008 e il 2018, in un pomeriggio di sole di questa primavera di silenzio e sospensione. Sono uscita in giardino a leggerlo, perché potessi avere davanti al mio sguardo, ogni volta che lo distoglievo dalle pagine […]

Leggi di più…

Granito e bauxite di Marco Tufano

  Granito e bauxite, raccolta di Marco Tufano recentemente pubblicata da Transeuropa, parte con due felicissime epigrafi – Stormy Six e Maurizio Brusa – a mo’ di introduzione e prosegue con piglio deciso e convincente nel disegno, nella distillazione, così come nello smantellamento di vene sotterranee e veleni onnipresenti: in tal senso il titolo della raccolta è […]

Leggi di più…

Ruggine e oro di Marco Munaro 

  Paesaggi della memoria è il filo conduttore scelto per descrivere questa raccolta di poesie di un autore che ha conservato “lo sguardo della corrente, il sentire tenero e forte della Natura” dei luoghi dove è nato e vive (il Polesine, con i suoi numerosi canali  tra l’Adige  e il delta del Po e, nel […]

Leggi di più…

“L’avventure de Pinocchio” di Pierino Pennesi in dialetto allumierasco ed in ottava rima

  La scelta dell’ottava rima, va notato per quanti non frequentano queste zone, affonda in una tradizione antica, che, partendo dai racconti cavallereschi di ariostesca memoria, resta tuttora quasi una bandiera che esprime il carattere di Allumiere, ma anche di molti paesi dell’area. L’ottava rima “cantata”, per quanti hanno l’occasione ormai rara di sentirla, rappresenta […]

Leggi di più…

La presenza viva delle cose di Laura Garavaglia

  La Poesia non è solo unione di suono e senso; è un “fare” che si colloca al confine tra la parola detta e quella scritta, senza appartenere all’uno o all’altro mondo, tant’è che vive sia nello scritto delle parole e tra le parole, sia nella recitazione: modalità che la arricchiscono entrambe e la rendono […]

Leggi di più…

Due poesie di Elena Ghielmini

Ecco due poesie ricevute in dono da Elena Ghielmini   PRIMAVERA ACULEA CORONA NONOSTANTE   Sto a contemplare il silenzio e il soffio che leggero vi attraversa, sto a contemplare il flusso che genera e rigenera mentre l’onda di gocce nutrita si posa sull’albero in attesa, la primavera scalpita. Tutto nonostante, con il giungere della […]

Leggi di più…

Vanzature/Avanzi – versione in e-book

  [APRILE 2020] Vanzature/Avanzi, di Vincenzo Luciani, e-book in formato PDF (978-88-98370-62-7), Roma, Edizioni Cofine, 2020, pp. 50, euro 7,00. ******* Dice il poeta: «Quidde ch’aveva dice / te lu so’ ditte. / Quidde che rumane / so’ sckitte vanzature. // Vote so’ i megghje cunte / i vanzature. Scine, / i vanzature.» «Quel che avevo […]

Leggi di più…