POETI PER ISCHITELLA – 33 – Antonella Pizzo

 

ANTONELLA PIZZO

 

 SONETTO AD ISCHITELLA

 

O se fu il muro bianco ad accerchiare

la vite o fu lei stessa a penetrarlo

tenerlo stretto a sé, come ad amarlo

un patto indissolubile un legare

 

con laccioli la casa al suo abitante

al raspo, al tralcio scuro, al verde pàmpino

agli acini che si spera non mutino

il sapore. Se fu lo stesso istante

 

o prima nacque il muro e dopo il ramo

se fu innestata verso primavera

da antichi abitatori d’Ischitella

 

di certo non so dire, o se è chimera,

la vite sembra dire al muro t’amo

il muro le risponde: vite, stella.

 

 

 

ANTONELLA PIZZO. Nata a Palazzolo Acreide il 30 agosto 1954, vive a Ragusa. Scrive dal 2002. Ha pubblicato il romanzo Di rosso smunto (2004); le sillogi in dialetto siciliano: Strati, E su paroli nuovi (2004), Comu ’n ciumi lientu; le raccolte di versi in lingua: Fra poco l’autunno (2004); A forza fui precipizio (2005); Catasto ed altra specie (2006); l’e book I morti non sono nervosi (2007); Partenope per Collana di inediti di Biagio Cepollaro. Con la raccolta In stasi irregolare ha vinto il Premio Giorgi 2007.

Con la raccolta Trapassi, è stata seconda classificata al Premio Ischitella-Pietro Giannone 2008.

 

 

Profilo e poesie in dialetto siciliano

https://poetidelparco.it/antonella-pizzo/

 

 

da 43 Poeti per ischitella, a cura di Vincenzo Luciani, Introduzione  di Rino Caputo, pp. 72, illustrazioni, euro 15,00

 

Info sul libro:

https://poetidelparco.it/43-poeti-per-ischitella/?fbclid=IwAR3vPdx1DEscy7pGwKURPmOtxFUm4LtoHWeZUOT2tiYmM0eX5T0JqTDbi8M