Voce per voce ecco i video dei poeti di “ALTRE LINGUE-Achille Serrao” 2019

Voce per voce ecco il video dei singoli poeti che si sono alternati nello straordinario reading ALTRE LINGUE-Achille Serrao, venerdì 22 marzo 2019 presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Roma.

I video sono stati realizzati da Vittorio Tallarico che ringraziamo per questi eccezionali documenti.

Ombretta Ciurnelli (dialetto perugino), vive da sempre a Perugia, dove per molti anni ha insegnato Materie Letterarie e Latino nei Licei. Ha pubblicato le raccolte, Badarellasse ncle parole, abbecedario di acrostici (Guerra, Perugia 2007), L’arcontastorie (Guerra, Perugia 2009), Si curron le formiche (Guerra, Perugia 2010) e La città del vento. Poesie in lingua perugina (Cofine, Roma 2013), opera segnalata al premio nazionale di poesia “Sandro Penna”. Autrice del testo teatrale in lingua italiana, Dai campi di granturco ai gelsomini (Fabbri, Perugia 2012), è tra i curatori dell’antologia OliveTolive. Poesia dell’olivo da Omero a oggi (Fabbri, Perugia 2011). Ha recensito raccolte di numerosi poeti pubblicate in diverse riviste e siti online. Ha curato l’antologia Dialetto Lingua della Poesia (Cofine, Roma 2015) e il saggio Lingue allo specchio. Autotraduzione e poesia dialettale (Ali&no, Perugia 2019).

https://youtu.be/z9d_pOsLJLQ

Nel video che segue il direttore Andrea De Pasquale, nel porgere il suo saluto ai partecipanti, ha dato l’annuncio dell’apertura al pubblico presso la Biblioteca Nazionale del prestigioso Fondo Scarpellino, istituito nel 2002 da Achille Serrao e Vincenzo Luciani nella Biblioteca comunale “Gianni Rodari a Tor Tre Teste nel V municipio, e generosamente donato nel 2018 alla BNCR da Vincenzo Luciani.

https://youtu.be/KTsOhBievGY

Davide Cortese (dialetto siciliano eoliano), è nato nell’ isola di Lipari nel 1974 e vive a Roma dal 2004. Nel 1998 ha pubblicato la sua prima silloge poetica, titolata ES, alla quale sono seguite le sillogi: Babylon Guest HouseStorie del bimbo ciliegiaAnudaOssarioMadreperlaLettere da EldoradoDarkana Vientu: una raccolta di poesie in dialetto eoliano.

https://youtu.be/gKhlePeJaqI

Nelvia Di Monte (Dialetto della Bassa friulana), Friulana d’origine (1952), risiede in provincia di Milano. Ha pubblicato i libri di poesia Cjanz da la Meriche (Gazebo, Firenze 1996), Ombrenis (Zone Editrice, Roma 2002, Premio Lanciano), Cun pàs lizêr (Circolo Culturale di Meduno, 2005), Dismenteant ogni burlaz (Edizioni Cofine, Roma 2010, Premio Città di Ischitella-Pietro Giannone), Sojârs (Biblioteca Civica di Pordenone, 2013). Nelle stanze del tempo (DARS, Udine, Premio speciale Elsa Buiese 2011) che comprende anche poesie in italiano.

https://youtu.be/h6rQUQ251U8

Marcello Marciani (Dialetto abruzzese di area frentana), è nato nel 1947 a Lanciano (CH), città in cui vive. Ha pubblicato: Silenzio e frenesia (Quaderni di Rivista Abruzzese, Lanciano 1974), L’aria al confino (Messapo, Roma-Siena 1983), Body movements (traduzione inglese a fronte di A. Rosselli, Gradiva Publications, Stony Brook-New York 1988), Caccia alla lepre (Mobydick, Faenza 1995), Per sensi e tempi (Book Edit., Castelmaggiore 2003), Nel mare della stanza (LietoColle, Faloppio 2006), La Ninnille (I libri del “Quartino”, Albenga 2007), La corona dei mesi (LietoColle, Faloppio 2012), Rasulanne (Cofine, Roma 2012).

https://youtu.be/OmPd5EjWGvo

Vincenzo Mastropirro (Dialetto di Ruvo di Puglia – BA), oemusico nato a Matera nel 1960, pugliese di Ruvo di Puglia, vive a Bitonto (BA). È flautista, compositore, poeta, didatta. Ha pubblicato cinque raccolte poetiche: Nudosceno (LietoColle, Faloppio 2007); Tretippe e Martidde / Questo e Quest’altro (G. PerroneLab, Roma 2009, ampliata e ripubblicata presso SECOP, Corato 2015); Poésìa sparse e sparpagghiote / Poesia sparsa e sparpagliata (CFR, Piateda 2013); Timbe-condra-Timbe / Tempo-contro-Tempo (puntoacapo, Novi Ligure 2016); Notturni (Terre Sommerse Roma 2017).

https://youtu.be/7V7CYg1Hp4E

Maurizio Noris (Dialetto bergamasco della media Valle Seriana), nato ad Albino (BG) nel 1957, è libero professionista, formatore e promotore socioculturale. Scrive poesie nel dialetto bergamasco della media Valle Seriana. Ha pubblicato le raccolte poetiche Santì (2001), Dialet de nòcc d’amùr (2008), Us de ruch (2009), Us de ruch (2010)Àngei?  e Zögadùr ((2012)),  In del nóm del pàder (2014), Resistènse (2016),

https://youtu.be/CXcu5gELReA

Salvatore Pagliuca (Dialetto di Muro Lucano – PZ),  nato nel 1957 a Muro Lucano (PZ) ove risiede. Svolge l’attività di archeologo per il MIBACT in Basilicata. Ha pubblicato Cocktél (1993), Orto botanico (1997), So quanti passi – Memoire de murs, (1998); Cor’ šcantàt’, Stupido cuore spaventato, poesie in amore (2008); Pret’ ianch’, Pietre bianche (2010); Lengh’ r’ terr’, Lingua di terra ( 2012); Nummunàt’ (2018).

https://youtu.be/3cfejt1_N8w

Fabio Maria Serpilli (dialetto anconetano), nato ad Ancona nel 1949, studia Filosofia a Roma. Nel 1987 esce la raccolta di poesie in dialetto, Castelfretto nostro con prefazione di Valerio Volpini che definisce Serpilli (su “Famiglia Cristiana”, Ottobre 1994) “L’erede di Franco Scataglini”. Dal 1996 cura l’antologia La Poesia Onesta; dal 2005 cura le antologie di poeti dialettali marchigiani del Festival del Dialetto di Varano (AN), giunto alla 42ª edizione. Nel 2005 pubblica, con Fabio Ciceroni e Giuseppe Polimeni, il volume Poeti e Scrittori dialettali (Ed. QuattroVenti, Urbino); nel 2010 il Dizionario dialettale aguglianese. Nel 2018 è autore con Jacopo Curi dell’Antologia Poeti neodialettali marchigiani (Collana I Quaderni del Consiglio Regionale delle Marche)

https://youtu.be/hcHLdhQbDbs

Nevio Spadoni (Dialetto romagnolo delle Ville unite di Ravenna), nato a San Pietro in Vincoli nel 1949, vive dal 1984 a Ravenna, dove ha insegnato filosofia nelle scuole superiori. Le sue poesie sono comprese in diverse antologie italiane e straniere, e tradotte in più lingue. Vincitore di premi di poesia, tra i quali il Boncellino, il Lanciano, Tratti Poetry Prize, il Gozzano, Salva la tua lingua locale, il Premio internazionale Via Francigena, il Premio “Aldo Spallicci”. Ha pubblicato le antologie Le radici e il sogno. Poeti dialettali del secondo ’900 (con Luciano Benini Sforza, Faenza Moby-Dick, 1996) e D’un sangue più vivo. Poeti romagnoli del Novecento (con Gianfranco Lauretano, Cesena, Il Vicolo, 2013). Nel 2017, con la casa editrice Il Ponte Vecchio, ha pubblicato tutte le sue opere poetiche nel volume Poesie (1985- 2017), premio speciale della giuria a “Salva la tua lingua locale 2018”.

https://youtu.be/tKfr4k6e2L8

Pier Franco Uliana(Dialetto veneto del Bosco del Cansiglio – BL-PN-TV), (Fregona 1951) vive a Mogliano V.to. Ha pubblicato varie raccolte di poesia nel dialetto veneto del Bosco del Cansiglio: Sylva -ae (1985), Cantada zhinbra (1995), Troi de Tafarièli (2001), Amor de osèi (2007), Fontana Paradise (2011), La casa, la léngua e l’armelinèr (2013), Il Bosco e i Varchi (2015), Per una selva (2018); in lingua italiana: Lo specchio di Rainer (2000), Siderea arx mundi (2009), Pizzoc Panopticon (2012), Ornitografie (2016), Parlar al monte perché il cielo intenda (2107). Ha inoltre pubblicato le raccolte di racconti La manèra (2003), Il germoglio del Mùzhol (2007), La faghèra (2015); il saggio Toponomastica cansigliese (2014); lo zibaldone Ingens sylva. Cansiglio dentro e dintorno (2014); Il Vocabolario del dialetto di Fregona (2015); Etimologia degli ornitonimi dialettali e volgari del Cansiglio (2017); Lessico etimologico del dialetto rustico del Vittoriese (2018).

https://youtu.be/-e1CgNbEEVQ

Rosangela Zoppi (Dialetto romanesco), è nata a Roma, dove vive. Laureata in Scienze Politiche, ha insegnato inglese e ha lavorato in RAI e in Telespazio. Poetessa in lingua e in dialetto romanesco, ha pubblicato diverse raccolte di poesia, tra le quali: Le mie parole per gli altri (1990), Mo ch’er primo cartoccio l’ho vòtato (2001), Neve marzarola (2004), Prima che il cuore impietri (2005), Framezzo ar maruame (2005), ’Na viola ner penziero (2009) e nel 2018 Fiore di stecco, antologia in lingua e in romanesco. È autrice del romanzo storico Una donna contro un re (2000). Ha tradotto e curato Assassinio nella cattedrale di T. S. Eliot (Ed. Cofine, 2016). Ha pubblicato due volumi su Roma: Roma: la memoria delle strade (Cofine, 2007) e SPQR: Sproloqui, Proverbi, Quisquilie, Ricordi: Roma e il suo popolo (con Claudio Sterpi, O.P.E., Roma, 2011). Sta completando la stesura di una voluminosa opera su Roma.

https://youtu.be/7Fb8Gn0N6Ro