POETI PER ISCHITELLA – 30 – Renato Pennisi

 

RENATO PENNISI

(Dialetto siciliano)

 

ISCHITELLA

 

                                                            A Vincenzo Luciani

La strata acchiana janca, auta,

di ccà si va ccu passu lentu

si vota, la strata t’accarizza,

c’è celu mari luci

lu munnu tuttu ddà ’n vasciu,

na linia di terra, li Tremiti,

e poi finisci lu munnu

e c’è da fari pinitenza.

Anna sta priannu Sant’Eustachiu

e bastanu ’n pospiru e ’n ciatu di ventu

ppi sbampari ’n focu

ca non s’astuta.

 

ISCHITELLA – La strada porta in alto, bianca, in salita, / da qui si procede lentamente / si svolta, la strada ti accarezza, / c’è cielo mare luce / il mondo è tutto laggiù, / una striscia di terra, le Tremiti, / e poi il mondo termina / e c’è da fare penitenza. / Anna sta pregando Sant’Eustachio / e sono sufficienti un fiammifero e un soffio di vento / per accendere un fuoco / che non si spegne.

(Catania, 2006)

 

 

RENATO PENNISI. Nato a Catania nel 1957, esercita la professione di avvocato. Attualmente dirige la Rivista di Letteratura e Ricerca La Terrazza, e collabora alle pagine culturali del quotidiano La Sicilia di Catania. Vincitore del premio Eugenio Montale nel 1986, sezione inediti, con la raccolta poetica Letture senza spartito, poi inserita nell’antologia 7 poeti del Premio Montale (Scheiwiller, Milano, 1987)  ha successivamente pubblicato il libri di poesia La correzione del saggio (nota di Arnaldo Colasanti, Tringale, Catania, 1990), Mai più e ancora (premessa di Silvana La Spina, L’Obliquo, Brescia, 2003), La notte (presentazione di Giovanni Tesio, Interlinea, Novara, 2011) e L’impazienza (ivi, 2019). Autore anche dei libri di poesia in dialetto siciliano Allancallaria (premessa di Corrado Peligra, Prova d’Autore, Catania, 2001), Menzi storii (Cofine, Roma, 2006) confluito in La cumeta (premessa di Franco Loi, L’Obliquo, Brescia, 2009) e Pruvulazzu (nota di Giovanni Tesio, Interlinea, 2016), e dei romanzi Libro dell’amore profondo (Prova d’Autore, Catania, 1999), La prigione di ghiaccio (ivi, 2002) e Romanzo( nota di Gualtiero De Santi, ivi, 2006). Per le Edizioni Novecento ha pubblicato i testi teatrali Oratorio di Resurrezione (rappresentato nel marzo 2015 alla Sala Magma di Catania) e Alcibiade (rappresentato nel maggio 2019 nello stesso Teatro).

 

Con la raccolta Menzi storii (Mezze storie), Edizioni Cofine, 2006, è stato vincitore del Premio Città di Ischitella-Pietro Giannone

 

 

Dal reading del Premio Ischitella-Pietro Giannone 2006

https://www.facebook.com/pietro.comparelli/videos/1587958971411173

 

 

da 43 Poeti per ischitella, a cura di Vincenzo Luciani, Introduzione  di Rino Caputo, pp. 72, illustrazioni, euro 15,00

 

Info sul libro:

https://poetidelparco.it/43-poeti-per-ischitella/?fbclid=IwAR3vPdx1DEscy7pGwKURPmOtxFUm4LtoHWeZUOT2tiYmM0eX5T0JqTDbi8M