Poeti di paesi e di città

di Vincenzo Luciani

 

[MAGGIO 2022] Poeti di paesi e di città di Vincenzo Luciani. Edizioni Cofine, pp. 104, ISBN 978-88-98370-89-4 EURO 15,00

 

********

 

IL LIBRO

 

In Poeti di paesi e di città, Vincenzo Luciani prende in esame raccolte poetiche, in italiano e nei dialetti d’Italia, di autori noti ed affermati, di altri meno conosciuti, ma anche di alcune voci giovani e promettenti, tutti, per vari motivi, meritevoli di essere letti. Del resto, precisa Luciani nella nota introduttiva: «Non ho mai scritto recensioni di opere di cui non fossi convinto, oppure su pressione di questo o quel poeta».

I testi qui pubblicati in ordine cronologico sono stati scritti (e già apparsi in rivista o on-line) in periodi diversi dal 1998 al 2022.

 

INDICE

 

Incontro con la poesia di Giovanna Giovannini 5

Letture di poesia dialettale: un’esperienza 10

Vincenzo Scarpellino, «poeta de protesta» 11

Nessuno ha potuto sposarci, di Laura Rainieri 14

La vena impigliata di Claudio Porena 16

Benedetto Lupi e la sua lingua segreta 20

Achille Serrao, il poeta delle periferie 24

Àngei? (Angeli) di Maurizio Noris 27

Laura Rainieri e il ragazzo dalle mani grandi 29

Per Valerio Agricola e la sua “Terra data” 32

Stregati da un insolito bel libro di Maria Pia Santangeli 35

Il gioco poetico di Leone Antenone 37

Bambine meridiane. Una raccolta bilingue di Maria Grazia Cabras 41

L’orlo, quarta raccolta poetica di Manuel Cohen 43

L’infinita ricerca di Angelo Mundula 46

Ovvero, di Lino Angiuli 49

Incontro con la poesia di Renato Filippelli 52

Tène u rizze la lìune di Pietro Stragapede 56

Li vòci ti lu suènnu di Cosimo d’Amone 60

La fórma della malingonìa di Dante Ceccarini 62

Dentro l’In-canto di Rita Gusso 66

Le “pietre” di Giovanni Di Lena 68

Lo “Xhiatu Sicanu” di Mario G. B. Tamburello 70

Entro a volte nel tuo sonno di Sergio Claudio Perroni 72

La veglia ed il sogno di Maurizio Rossi 75

La forma detenuta di Cettina Caliò 79

Opera incerta di Anna Maria Curci 81

Ad ogni naufragio sarò con te (e 56 poesie d’amore) di Max Ponte 83

Co ’a scùria. I colpi di frusta di Maurizio Casagrande 87

I “pinoli” di Giancarlo Consonni 92

La Mal’Anconìa di Fabio M. Serpilli 94

NOTE BIOBIBLIOGRAFICHE 97

 

*********

 

L’AUTORE

 

VINCENZO LUCIANI emigrato giovanissimo in Umbria, poi a Torino dove si impegna nel giornalismo e nel sociale e dal 1971 al 1975 ricopre la carica di consigliere comunale. Nel 1975 si trasferisce a Roma, dove svolge diverse attività (giornalista, editore, poeta, promotore ed animatore culturale, sociale e sportivo).

Dirige il mensile “Abitare A”, da lui fondato nel 1987, e la rivista trimestrale di poesia “Periferie”.

È del 1985 il suo primo libro di poesie in lingua Il paese e Torino (Roma, Salemi Editore). Con le Edizioni Cofine di Roma ha pubblicato: Vocabolario ischitellano (1994); Ischitella. Guida storica, proverbi, detti, filastrocche, indovinelli e soprannomi (1995); I frutte cirve. Poesie in dialetto garganico di Ischitella, FG (1996); Poesie e canzoni ischitellane (1996); Frutte cirve e ammature. Poesie dialettali (2001); Il grano-il pane-la cruedda (2002); Tor Tre Teste ed altre poesie:1968-2005. Raccolta di poesie in lingua e in dialetto (2005); La cruedda. Poesie in dialetto (2012); Straloche/Traslochi (2017); Vanzature/Avanzi (2020).

Dal 2005 al 2012 ha condotto, in prima persona o con l’aiuto di collabo­ratori, ricerche sui dialetti del Lazio, i cui risultati sono poi confluiti in 8 volumi. Nel 2020 Edizioni Cofine ha pubblicato Vincenzo Luciani, poeta editore, di Loretta Peticca, Maurizio Rossi, Ombretta Ciurnelli, Rosangela Zoppi e Anna Maria Curci.