8 marzo 2021. Una poesia inedita di Claudio Porena

Limosinà mimose l’otto marzo,
magari co la giunta de tre rose
è segno de rispetto o è un carciofarzo
pe tante nonne, madri, fije e spose?

Pe dì: «Viva la donna!», ‘st’omo scarzo
prima deve capì parecchie cose
e piagne in ginocchione ignudo e scarzo
pe avé infangato tutte ‘ste mimose.

‘Sta festa deve esse no uno scherzo,
ma un giorno de silenzio ne le case,
in giro pe le vie, nell’univerzo!

Cor còre in mano e co le recchie rase,
er maschio deve stà una vita immerzo
ner mare de ‘ste Lune da lui invase.

 

CLAUDIO PORENA, nato a Roma nel 1974, dottore di ricerca in Storia della lingua italiana, diplomato in chitarra classica, esercita l’insegnamento di questo strumento musicale e ha diverse pubblicazioni all’attivo come linguista e poeta. 

Con Edizioni Terre Sommerse ha pubblicato Dar trapezzio vocalico er sonetto. Manuale di linguistica romanesca, retorica e metrica con sonetti scelti, Roma, 2010; La vena impigliata. Sonetti italiani scelti, Roma, 2011. Con la Kollesis editrice: Un chiodo ar muro. Terzine poreniane prime, Roma, 2011; Giubba… de pelle. Terzine poreniane seconde, Roma, 2011; Verso una stella. Sonetti e terzine poreniane in lingua, Roma, 2011; Lunatica. Sonetti romaneschi, Roma, 2011; Er muraletto de la Muratella. Poemetti, Roma, 2011; Roma se fa bella. Poesie d’autori vari, Roma, 2012. Con ChiPiùNeArt Edizioni – Accademia Romanesca, A nò, come se scrive? Grammatica insolita del romanesco attuale, in collaborazione con Maurizio Marcelli, a cura di Lamberto Picconi, illustrazioni di Clotilde Matera, prefazione di Lazzaro Rino Caputo, nota di Roberto Vacca, saluto di Sabrina Ferilli, Roma, 2020. Con Edizioni Cofine, la monografia Unità e varietà linguistica nella moderna poesia dialettale della provincia di Roma (tesi di PhD), Roma, 2015, i volumi di poesie Il giorno che non sai, Roma, 2020 e Il silenzioso nostro andar a piedi, Roma 2021. 

LA FOTO
Violenza alle donne. Oggi 8 marzo ricordiamo, insieme alla Società di Studi Fiumani, anche Enrichetta Hodl 17 anni. Arrestata da agenti della polizia comunista jugoslava OZNA, a guerra finita nel giugno 1945 a Fiume. Scomparsa nel nulla assieme a 650 fiumani italiani.