Il volto dell’indifferenza

Poesie di Valentina Ciurleo

 

Siamo poco attenti ad osservare, presi dalla variante numerica delle azioni, delle ripetizioni che si susseguono, assorbono e limitano la pausa, la riflessione. Il ritmo frenetico stende un velo, tutto appare quasi non presente, inalterato, nello svolgersi frenetico della vita. Eppure gli avvenimenti accadono, le storie si svolgono in questo palco; le persone esprimono, chiedono, attendono . Quanto accade intorno è appannato, mascherato, il più delle volte passa inosservato. Siamo presi, appesi ad un algoritmo individuale che non si ferma. Basta pensare alla rete virtuale ai social, la grande massa di comunicazioni astratte. L’indifferenza è un volto di questa società, connesso ad una ad un’esclusione forzata oppure desiderata. Il disinteresse è un atto normale, passivo di chi c’è ma in realtà non è presente. Gira solo il mondo, troppo incompreso per cambiare. La comprensione infatti è il primo passo per sapere, per arrivare alla conoscenza ed alla consapevolezza. Non basta ascoltare, bisogna sentire l’altro, curarsi di lui, la condivisione che partecipa alla vita di chi abbiamo accanto. Le poesie scritte vogliono offrire spunti di riflessione emotiva su diversi aspetti che partono da un’osservazione interna, anche prettamente fisica, ad un’altra volta su tematiche più generali.

 

 

SILENZI

 

“Mi sento sconfitta

Da quest’aria muta.

L’incompreso

è chi Non ha ascolto.”

 

 

SENTIRE

 

Sentire è quella sostanza pesante

si attacca allo stomaco.

Un odore che rimane addosso.

Sentivo di te

tutto il silenzio.

Boati d’assenza.

Non trovo spazio in te.

 

 

PARAFRASI DI UN GESTO

 

Nessuno spiega l’aiuto

si dimentica il passaggio

quasi una retorica comune.

Parafrasi di un gesto voglio commentare

la mano tesa a raccontare

salvare, l’uomo, la vita

 

 

NOTA DEL SILENZIO

 

Tutto sembra

lento, fermo nel

silenzio

e invece,

questo scorticante

movimento del

mondo addosso.

 

Effetto nudo amplificato.

Invisibili

nella corrente del tempo.

In questa variante

cerco il caso

l’incrocio che

sbanda.

Cerco il segno,

libero gesto

la forma che accende.

 

 

SGUARDI

 

C’è sempre un lato

una linea che

passa.

Indifferente sottile presenza.

Avanti e

indietro fermi,

la sensazione di vedersi

quasi accecati non trovarsi.

Una corsa,

uno stato infinito

 

 

Le poesie sono inedite ad eccezione di “Parafrasi di un gesto”

 

 

Valentina Ciurleo insegnante di scuola primaria è nata a Roma nel 1973. Appassionata di poesia e scrittura, da ottobre 2015 partecipa al laboratorio di poesia “…in bilico sui versi”, presso il caffè letterario Mangiaparole. Partecipa a laboratori di poesia con l’Ombra delle parole – rivista letteraria internazionale. Scopre di avere la scrittura dentro di sé e di svilupparla attraverso un contesto emozionale profondo ed interiore. Le pagine da scrivere assumono valore primario. Appassionata di informatica e tecnologia crea delle “video poesie” attraverso un montaggio personale dei video : testo interpretato dall’autrice stessa, musiche ed immagini. Le canzoni, come le immagini, sono per l’autrice fonte di stimolo ed ispirazione ove il “senso poetico” nasce proprio dal dettato emozionale scaturito appunto da melodie ed immagini. Si dedica spesso alle sue scritture e liriche personali, curando i versi e riportandoli in una sorta di ” frammenti poetici emozionali”. Ha pubblicato alcune poesie con “Poeti e Poesia” nell’opera Impronte67. Scrive sulla rivista letteraria “La Recherche” in un suo spazio gratuito. Rientra nei selezionati al concorso: Va in scena lo scrittore della FUIS (Federazione Italiani Scrittori) con due poesie: “Il giorno” “Virtuale”. Pubblica dei suoi scritti sulle riviste Poetarum Silva; Rivista Diwali Rivista Contaminata; Poeti del Parco. Ha pubblicato poesie e racconti nelle antologie di Giulio Perrone Editore: Fermarti non posso”, ispirata al tema tempo; Un’estate a Roma”, nell’ambito del concorso letterario letti di notte; Non solo bianco è il Natale” nell’ambito di un altro concorso letterario con la Perrone Editore. Inoltre pubblica un suo racconto nell’antologia “Storie per un anno in cento parole” a cura di Vincenza Alfano. Ha pubblicato il suo primo libro Oltre la linea dell’emozione,

 

 

Pubblicato il 24 giugno 2019