91 – ROCCA DI CAVE

ROCCA DI CAVE (354 abitanti, detti rocchigiani. A 933 m slm). È ubicata in posizione invidiabile sui Monti Prenestini. Il ~ucleo storico nacque a ridosso delle mura della torre di avvistqmento, facente capo al castello che i monaci benedettini di Subyaco edificarono intorno all’850 d.C. per difendersi dalle incursioni saracene. La rocca dominava la valle del Sacco. La torre, sostruita probabilmente su un preesistente rudere romano è a pia~ta esagonale irregolare. Al centro si trova il mastio e i resti dell’antica chiesa di San Pietro. Tra il IX e il XII secolo veniva chiamato “Castello dei Santi Tre” (titolari delle chiese ivi esistenti di Santa Maria, di San Pietro, di San Michele Arcangelo).
 
IL DIALETTO DI ROCCA DI CAVE: non è stato reperito alcun testo
 
  1. I vocabolari e le grammatiche
 
2. I proverbi e i modi di dire
 
3. I toponimi e i soprannomi
 

 

4. Canti – filastrocche-indovinelli – giochi – gastronomia – feste&sagre-altro
Da ricordare, il 6 gennaio, la Festa del magnarone in cui, secondo una antica tradizione risalente ai tempi in cui erano frequenti le carestie, un nucleo familiare offriva il pranzo a tutti per festeggiare il nuovo anno. Nell’occasione si svolge anche il Palio delle Contrade in costume d’epoca. Il 7 febbraio, si svolge una processione al Santuario della Madonna della Neve, edificato in segno di ringraziamento dagli abitanti che attribuirono alla Madonna la loro salvezza da una rappresaglia tedesca il 7 febbraio 1944. Il paese venne allora assediato da truppe tedesche decise a fucilare tutti gli abitanti maschi in seguito ad un’imboscata che aveva provocato l’uccisione di alcuni soldati tedeschi. Ma quando le cose stavano per volgere al peggio, l’esecuzione fu miracolosamente sospesa e l’assedio tolto.
 
4.1 Canti
4.2 Filastrocche, indovinelli, invocazioni, scongiuri
4.3 I giochi
4.4 La gastronomia
 
5. I testi in prosa: il teatro, i racconti
 
6. I testi di poesia
 
Antologia
 
Cenni biobibliografici
 
Bibliografia
Luciani, Vincenzo, Le parole recuperate. Poesia e dialetto nei Monti Prenestini e Lepini, Roma, Ed. Cofine, 2007
 
Webgrafia