15 – CAMERATA NUOVA

Camerata Nuova (564 abitanti, detti Cameratani, A 810 m slm) è situato all’interno del Parco Regionale dei Monti Simbruini, al confine tra Lazio e Abruzzo al termine di una vallata circondata dai boschi. Si tratta di un abitato costruito nel 1859 a seguito dell’incendio che distrusse il vecchio paese di Camerata, arroccato su una rupe calcarea situata 400 metri più in alto.
 
IL DIALETTO DI CAMERATA NUOVA:
  1. I vocabolari e le grammatiche
  2. I proverbi e i modi di dire
 
  1. I toponimi e i soprannomi
 
  1. Canti – filastrocche-indovinelli – giochi – gastronomia – feste&sagre-altro
 
Feste e sagreFeste e sagre. Festa di Santa Maria della Pietà e Sant’Antonio (8 settembre; in quest’occasione si svolge l’Asta deji attrizzi: stendardi, crocioni e macchine che vengono portate in processione per le strade); Sagra della braciola (prima domenica dopo il 17 gennaio; istituita nel 1959, centenario dell’incendio che distrusse il vecchio paese, nella piazza dove sorgeva il vecchio castello vengono cotti, su un enorme falò, succulenti bocconi di castrato ed offerti in degustazione).
 
 
4.1 Canti
4.2 Filastrocche, indovinelli, invocazioni, scongiuri
4.3 I giochi
4.4 La gastronomia
 
5. I testi in prosa: il teatro, i racconti
 
6. I testi di poesia
Antologia
 
Cenni biobibliografici
Francesco Serafini è autore dell’opuscolo Gente, fatti e vita di Camerata Nuova.
 
Bibliografia
Serafini, Francesco, Gente, fatti e vita di Camerata Nuova (Roma), visti e raccontati da Francesco Serafini, s. n., s. l., s. d.
 
Webgrafia